…Much Better Then – A…

“Move yourself
You always live your life
Never thinking of the future
Prove yourself
You are the move you make
Take your chances win or loser

See yourself
You are the steps you take
You and you – and that’s the only way

Shake – shake yourself
You’re every move you make
So the story goes

Owner of a lonely heart
Owner of a lonely heart
Much better than – a
Owner of a broken heart
Owner of a lonely heart

Say – you don’t want to chance it
You’ve been hurt so before

Watch it now
The eagle in the sky
How he dancin’ one and only
You – lose yourself
No not for pity’s sake
There’s no real reason to be lonely
Be yourself
Give your free will a chance
You’ve got to want to succeed

Owner of a lonely heart
Owner of a lonely heart
Much better than – a
Owner of a broken heart
Owner of a lonely heart

Owner of a lonely heart

After my own decision
They confused me so
My love said never question your will at all
In the end you’ve got to go
Look before you leap
And don’t you hesitate at all – no no

Owner of a lonely heart
Owner of a lonely heart
Much better than – a
Owner of a broken heart
Owner of a lonely heart

Owner of a lonely heart
Owner of a lonely heart
Much better than – a
Owner of a broken heart
Owner of a lonely heart

Owner of a lonely heart

Sooner or later each conclusion
Will decide the lonely heart

It will excite it will delight
It will give a better start
Don’t deceive your free will at all
Don’t deceive your free will at all
Don’t deceive your free will at all
Just receive it


Owner of a Lonely Heart
, Yes

Sono più di due anni che non metto mano a questo posto. Qui ci sono cose che in effetti è meglio lasciare dove stanno.
La verità è che credo non mi serva più rovistare tra queste cose, non ne sento più il bisogno. Il tempo sta passando e come spesso succede si sta portando via tutto. Beh, in effetti a me di solito non succede,  ma forse qualcosa sta cambiando.
Ho sempre posseduto un cuore solitario. Ramingo anzichenò. Non per scelta, non per volontà. Forse solo perchè è quasi sempre stato a pezzi. Ma quei pezzi ora si stanno rimettendo insieme, così da tornare ad essere un semplice cuore solitario. Per ora direi che è meglio di niente.. direi che è decisamente meglio di prima.
Ci si sente comunque vivi con un cuore solitario nel petto. Meglio di come ci si senta con un cuore a pezzi nel petto.
Quello che resta da fare è vivere, come sempre, ma con qualche illusione (speranza?) in più che la vita possa offrirti qualcosa di buono ancora. Fino a quando non si spezzerà tutto di nuovo.
SE si spezzerà tutto di nuovo.

…Splenderai…

Dire sì, dire mai,
non è facile sai,
se tutti quanti siamo in orbita nella follia.
Io non so più chi sei,
non mi importa chi sei,
mi basta perdere l’incanto di una nostalgia..

Ma vedrai un altro me in un sogno fragile,
riderai come se
non ti avessi amato mai,
cercherai un altro me
oltre all’ombra di un caffè,
troverai solo me..
Se mi fermo un attimo io non so più chi sei..

Qui si vive così,
day by day, night by night,
e intanto il mondo si distoglie dalla sua poesia..
Non dipingermi mai,
non costringermi mai,
abbandoniamoci alla soglia della mia pazzia..

E vedrai un altro me, disarmato, fragile,
perchè quello che sei
non lo cambierei mai,
neanche se fossi tu
come il tempo a correr via,
ma rimani con me..
Non mi perdo neanche un solo attimo di te..

E vedrai un’altra te, quasi invincibile,
viva come non mai,
ed è li che tu mi avrai,
oltre false magie
l’orizzonte sarai,
splenderai,
splenderai,
splenderai,
Splenderai..
 

Follia d’Amore, Raphael Gualazzi
 

Anche dovessi premere nuovamente play, tutto questo non cambierebbe.

E del resto non mi interessa nulla, solo questo mi interessa.

Forse sembrerò pazzo, e probabilmente lo sono.

Il problema è che non riesco a non esprimere quello che sono.

Quello che ho dentro.

La verità è che puoi far finta di nulla, ma queste cose ci sono, e restano.

Non cambiano. Forse solo nella mia testa?

In fondo sono un folle, ma in tutto ciò, tu potresti davvero splendere.

Ed ora.. prova a dirmi che non hai capito.

…Like Ripples…

Perché questa canzone?

Ci deve sempre e per forza essere un perché per ogni canzone?

Non è sufficiente il fatto che mi piaccia?

Questa volta non c’è alcun motivo….

…anzi, un motivo c’è:
 
 

Because we separate like ripples on a blank shore, in rainbows.”
 

Reckoner, Radiohead
 

E, per me, non è necessario aggiungere altro.

…Kill the Pain…

Batten up the hatches, here comes the cold
I can feel it creeping, it’s making me old..

..You need something better than the bacon and eggs
The creaking in the walls and the banging in the bed..

..Summer rain, dripping down your face again..

..Take the pain killer, cycle on your bicycle
Leave all this misery behind..

..So batten up the hatches, here comes the cold
I can feel it creeping, it’s making me old..

..Summer rain, dripping down your face again..

..Take the pain killer, cycle on your bicycle
Leave all this misery behind..

..Summer rain, dripping down your face again..

..Take the pain killer, cycle on your bicycle
Leave all this misery behind
Leave all this misery behind
Leave all this misery behind
Leave all this misery behind.
 

Pain Killer, Turin Brakes
 

Il dolore è alla fine.. ancora un po’ di antidolorifici e tutto questo sarà finito..

Mi sono addormentato sulla bici con la pioggia estiva e mi risveglio ora che il freddo mi sta entrando nelle ossa rotte..

Ma il dolore è alla fine, no? Basta calarsi ancora qualche antidolorifico e la carne lacerata non farà più male come ora..

Tutta questa miseria, il dolore, tutto.. sarà alle spalle..
 
 
…Time is the only PainKiller…
 
 
Di che stai parlando.. di quale ferite parli? Cosa ancora ti fa male?

Le ossa? La carne? Cosa?
 
 
(Is it Your Soul?)
 
 
Sì, sei vicino alla conclusione, finalmente.. Prendi ancora qualche pasticca, e poi dimmi come è andata..

Anche se non credo che…

…All Alone…

“What do you think about love?
What do you think about love?
Does it bring joy or pain
or rush to your heart
like sugar cane?

What do you think about love?
What do you think about love?
Does it make you smile or cry
or make it hard to say goodbye?

It doesn’t matter where you’ve been or where you’re from
love has a way of finding you in your heart.

What do you think about love?
What do you think about love?
Does it lie shallow or deep
or cover you while you sleep?

What do you think about?
What do you think about?
When you’re all alone, what do you think about?
When you’re all alone, what do you think about?
When you’re all alone, what do you think about?
When you’re all alone, what do you think about love?”

 

What Do You Think, Will Derryberry

…Good Luck…

..Yes, that’s it
There’s no way
It’s over
Good Luck

I’ve nothing left to say
It’s only words
And what l feel
Won’t change..“

..Tudo o que quer me dar
E’ demais
E’ pesado
Não há paz..

 

Boa Sorte, Vanessa da Mata feat. Ben Harper

  

Non c’è altro che io possa regalati se non questo augurio.. Boa Sorte.. Good Luck.

Buona Fortuna.

Di cuore.

La meriti, e spero che tu ne abbia. Per tutto.

Vorrei poter fare di più, vorrei poter dire di più.

But I’m falling..

Nella mia notte.

Boa Sorte.

…Just Because…

 

Raccoon

Calvin & Hobbes, Bill Watterson
 

 
 
Just ‘cause you feel it doesn’t mean it’s there.

Just ‘cause you feel it doesn’t mean it’s there.

There there!
 
 
 
We are accident

Waiting.. Waiting to happen.“
 

There There (The Boney King of Nowhere), Radiohead
 
  

 

Kite

Calvin & Hobbes, Bill Watterson
 

 
 
E sembra quasi che non ne voglia sapere di smettere di piovere e di fare freddo…

…cosicchè io possa portarti al collo ancora per un po’.
 

…x…

Chiodi nella carne cruda, sale sulla piaga nuda.

Vada come vada, mas que nada.

Non si piange, un chico non si tange.
 

 
 

Sentimi, ma non puoi prendermi.
Credi di conoscermi e forse finirà così.

Io sono l’incognita chiusa dentro l’anima.

E non si può uccidere uno già fottuto in pieno
e solo come Nemo…
 

 
 
E adesso che farai?

 

XYZ + L’Incognita, Neffa

…Only Three Words…

I’m the next act
Waiting in the wings

I’m an animal
Trapped in your hot car

I am all the days
That you choose to ignore

You are all I need
You’re all I need
I’m in the middle of your picture
Lying in the reeds

I am a moth
Who just wants to share your light

I’m just an insect
Trying to get out of the night

I only stick with you
Because there are no others

You are all I need
You’re all I need
I’m in the middle of your picture
Lying in the reeds

It’s all wrong. It’s all right.
It’s all wrong. It’s all right.
It’s all wrong. It’s all right.
It’s all wrong. It’s all right.
It’s all wrong. It’s all right.
 

All I Need, Radiohead
 

E ogni tanto, ultimamente troppo spesso, mi domando se arriverà mai qualcuno che sarà in grado di prendere il tuo posto. Nei miei sogni, nei miei pensieri, nelle mie canzoni. In tre parole ‘nella mia vita’. Tre parole. Quante cose si possono dire con tre parole. Quanti concetti si possono esprimere.
Non credo. Non credo che arriverà mai qualcuno che sarà in grado di prendere il tuo posto. Qualcuno il cui pensiero sostituirà il tuo quando ascolto una canzone perfetta. Sai di che parlo, no?
Che se devo essere onesto con me stesso e con te, tutte le altre volte in cui ho creduto che nessuno potesse prendere il posto che era stato di qualcun altro, mi sono dovuto ricredere. E ne ero convinto davvero, anche l’ultima volta. Ma poi sei arrivata tu. E tutto è cambiato.
Appunto. Tutto. E ora quella credenza si fa certezza. Si fa verità. Si fa realtà. Perchè nessuno mai, nessuna mai potrà prendere il tuo posto. Perchè il tuo posto è tuo. E non mi riferisco solo al tuo posto speciale. Mi riferisco al tutto. Di posti speciali se ne hanno tanti, li hanno tutti e spesso sono di facile assegnazione. Il posto che hai tu, quello che ti sei presa, quello che ti ho dato, è il posto che nessuno avrà mai.
Ogni tanto sopporto a fatica il sentirti in ogni cosa.. anche nelle cose in cui non ci sei.. o forse sopratutto in quelle. Ogni tanto mi sembra di vivere in un incubo, perchè ogni cosa mi circondi sembra avere a che fare con te, ma la verità è un’altra.. la verità è che è la mia testa, la mia anima, il mio cuore o qualunque cosa io abbia dentro che non sembra volerne sapere di smettere di avere a che fare con te. E’ passato più di un anno.. il tempo passa e il mondo continua a girare, mentre io resto sempre fermo qui.
E sono queste cose che mi trasmettono la certezza che non arriverà mai nessuno a prendere il tuo posto. Perchè ci sei solo tu. E non c’è nient’altro. E anche qualora ci fosse, non me ne riuscirei ad accorgere. Nulla ha la tua forza.
Nulla ha quello che mi servirebbe.
All I Need. Tre parole.
E tu sei quelle tre parole.
Quanti altri concetti potrei esprimere con tre parole?
Forse un infinità.
Ma me ne basterebbe solo un altro.

 

Era tanto che non parlavo. Era tanto che non ti parlavo. Non così, come facevo prima.
Ogni tanto cedo. Perchè ogni tanto è insostenibile non poterti parlare come facevo prima.
Perchè ne ho bisogno.
In fondo, Tu sei.
All I Need.

…A Song For…

“I’ll lose some sales and my boss won’t be happy,
But I can’t stop listening to the sound
Of two soft voices
Blended in perfection
From the reels of this record that I’ve found.

Every day there’s a boy in the mirror asking me:
What are you doing here?
Finding all my previous motives
Growing increasingly unclear.

I’ve traveled far and I’ve burned all the bridges
I believed as soon as I hit land
All the other options held before me,
Would wither in the light of my plan.

So I’ll lose some sales and my boss won’t be happy,
But there’s only one thing on my mind
Searching boxes underneath the counter,
On a chance that on a tape I’d find..
A song for someone who needs somewhere to long for.

Homesick.
Cause I no longer know where home is.“
 

Homesick, King of Convenience

 
Homesick.
Cause there are too many things that I no longer know.